IL PROGETTO
CIRCULAR CAMP

L’economia circolare è un’opportunità storica. Una rivoluzione per l’economia, la società e l’ambiente.
Le piccole e medie imprese italiane rischiano di farsi sfuggire di mano l’occasione a vantaggio delle grandi imprese globali e dei Paesi già pronti a cambiare paradigma per fare impresa circolare.
Le banche, soprattutto quelle di comunità, possono avere un ruolo chiave nella rivoluzione in corso, veicolando alle imprese formazione e supporto finanziario specifico per il cambiamento.

Chiedi informazioni





    Un progetto in quattro fasi.

    • 1
      un evento per conoscere

      La banca invita le aziende del territorio a un evento sull'economia circolare. L'evento è breve e coinvolgente, curato da esperti e divulgatori e sostenuto da sponsor tecnici.

      approfondisci
    • 2
      La formazione per imparare

      Le aziende sono invitate a partecipare a un per-corso di sei giornate. Dodici moduli per imparare a trasformare le imprese. Ai per-corsi partecipano anche la banca e gli sponsor.

      approfondisci
    • 3
      una rete di imprese per fare

      Le aziende sono stimolate a presentare progetti di innovazione secondo i principi circolari. La banca e gli sponsor possono sostenere le eventuali spese di creazione della rete d’impresa.

      approfondisci
    • 4
      un finanziamento per cambiare

      La banca mette a disposizione un plafond di finanziamenti per progetti “circolari” (prestiti e mutui per miglioramenti in economia circolare) con tassi particolarmente vantaggiosi.

      approfondisci

    L’economia circolare rischia di non partire per

    confusione

    confusione con modelli simili ma concettualmente diversi (green economy; riuso e riciclo; decrescita felice, etc.);

    mancanza di conoscenza

    mancanza di conoscenze, competenze e strumenti specifici

    mancanza di risorse

    mancanza di risorse economiche e finanziarie dedicate.

    Come possiamo agire?

    Occorre, dunque, chiarezza, competenze e risorse. La vera sfida è aiutare le imprese e le famiglie ad adottare i nuovi paradigmi, fornendo loro strumenti per il cambiamento. Le banche sono tra i pochi soggetti in grado di coinvolgere questi soggetti, di formarli e di sostenerne lo sviluppo con azioni concrete.

    Siamo pronti per il tuo progetto.

    Sostenere questo progetto significa diventare il punto di riferimento per l'economia circolare nei vari territori.

    Cosa serve per partire

    Avviare un CircularCamp sul tuo territorio è facile, serve
    UNA BANCA

    Una banca ben radicata nel territorio disposta a mettersi in gioco

    LE IMPRESE

    Un gruppo di imprese o una categoria economica del territorio disposte a cambiare

    GLI SPONSOR

    Uno o più sponsor del progetto disposti a sostenere il progetto

    CIRCULAR CAMP

    Noi pronti a calare il progetto sul territorio e coordinare le varie attività

    Contattaci
    • 1

      Una banca ben radicata nel territorio disposta a mettersi in gioco

    • 2

      Un gruppo di imprese o una categoria economica del territorio disposte a cambiare

    • 3

      Uno o più sponsor del progetto disposti a sostenere il progetto

    • 4

      Noi pronti a calare il progetto sul territorio e coordinare le varie attività

    1. un evento
    per conoscere

    La banca invita le aziende del territorio a un evento sull'economia circolare. L'evento è breve e coinvolgente, curato da esperti e divulgatori e sostenuto da sponsor tecnici.

    SCOPRI
    2. la formazione
    per imparare

    Le aziende sono invitate a partecipare a un per-corso di sei giornate. Dodici moduli per imparare a trasformare le imprese. Ai per-corsi partecipano anche la banca e gli sponsor.

    SCOPRI
    3. una rete di imprese
    per fare

    Le aziende sono stimolate a presentare progetti di innovazione secondo i principi circolari. La banca e gli sponsor possono sostenere le eventuali spese di creazione della rete d’impresa.

    SCOPRI
    4. un finanziamento
    per cambiare

    La banca mette a disposizione un plafond di finanziamenti per progetti “circolari” (prestiti e mutui per miglioramenti in economia circolare) con tassi particolarmente vantaggiosi.

    SCOPRI